Considerazioni sulla realizzazione di un sito internet

Nell’ultimo articolo abbiamo parlato di alcuni aspetti riguardanti la grafica e il web design di un sito internet —> vedi articolo

Continuiamo oggi il discorso mettendo l’accento su alcuni punti che non possono assolutamente mancare per considerare un sito completo al 100%.

Aspetti di cui generalmente mi occupo nell’ultima fase del mio lavoro, dopo aver trasformato il layout grafico in una pagina web. Aspetti che di conseguenza possiamo definire “di rifinitura”, ma non per questo meno importanti nella realizzazione di un sito web professionale.

Primo: le traduzioni.
Nei CMS come ad esempio WordPress, sono presenti parti fisse in inglese – il classico “Leave a Reply” nella zona commenti per intenderci.
Mi è capitato più di una volta di navigare siti molto interessanti e ben curati ma non tradotti completamente.
Le parti fisse in inglese vanno assolutamente tradotte se vogliamo realizzare un lavoro professionalmente valido.
In italia la conoscenza dell’inglese non è così diffusa e la presenza di parole inglesi incomprensibili a molti può portare a un’esperienza di navigazione del sito non completa al 100%.

Inoltre nella realizzazione di siti multilingua è importante che le varie sezioni in lingua non abbiano parti in comune e siano completamente indipendenti le une dalle altre, ogni sezione deve essere tradotta completamente nella sua lingua.

Ho lavorato molto su questo punto ma alla fine sono riuscito a trovare la quadra.

Per tradurre i file di sistema di WordPress (file .po e .mo) utilizzo Poedit – open source.

Per creare siti multilingua con WordPress utilizzo il pacchetto di plugin WPML – a pagamento.

Ps: in questo articolo abbiamo parlato di come creare G-Map in lingue diverse per siti multilingua. (vedi)

Secondo: Newsletter
Qualsiasi sito deve avere il suo servizio di Newslettering, fondamentale per rimanere in contatto con i propri clienti / lettori!
E’ utile anche avere una form di iscrizione alla newsletter in bella vista nella Home Page.
Su questo punto abbiamo provato tutto quello che offre la rete, fino ad arrivare a Mailchimp… per non lasciarlo più.
Questo sistema di mailing (gratuito fino a 2500 invii) è davvero il top.

Terzo: Google analytics
Reputo fondamentale che il cliente sia a conoscenza delle statistiche sulle visite del sito.
Essendo lui la persona più indicata ad aggiornare news e contenuti, grazie alle statistiche può rendersi conto degli argomenti più graditi pianificando le notizie da pubblicare.
Inoltre le statistiche / visite sono la dimostrazione che il sito è stato realizzato al meglio e funziona.
Google analitics permette di inviare un report quotidiano/settimanale/mensile o di condividere i report statistici attraverso la condivisione (parziale o totale) del pannello amministrativo (in ogni caso è necessario un indirizzo gmail da parte del cliente).

Quarto: Sitemap
La presenza di una Sitemap collegata al sito ci assicura che il motore di ricerca sta scandagliando tutte le pagine, comprese quelle dinamiche. E’ uno strumento fondamentale per ottenere una corretta indicizzazione del sito.

Quinto: Webmaster tools
Fondamentali per ottimizzare la gestione gli strumenti per webmaster di Google vanno collegati al sito appena realizzato e ci consentono di inviare sitemap, controllare la velocità di scansione del sito, visionare i collegamenti interrotti e le parole chiave di ricerca, verificare dati approfonditi e l’eventuale presenza di malware.
Da una dashboard molto comoda e intuitiva, oltre a tutti questi dati, possiamo verificare i backlinks al nostro sito, particolare non certo trascurabile ai fini del posizionamento sui motori di ricerca (approfondiremo questo argomento nel prossimo post).

Ecco che curando ognuno di questi aspetti un sito si può considerare completo al 100%.

Unendo queste considerazioni + quelle dell’articolo su grafica e web design (vedi qui) + quelle su Il nostro metodo per portare il tuo sito in cima ai motori di ricerca (qui) si ottiene un prodotto fatto e finito.

Completerà il discorso il prossimo post su alcune metodologie estrinseche al sito da utilizzare per avere maggior seguito sul web.

A presto
Guido